skip to Main Content

L’aggiornamento di NethService è composto da due passi: scaricamento dei pacchetti ed aggiornamento.

Le due operazioni vengono eseguite una dopo l’altra e non si può eseguire la prima e poi l’altra in un secondo momento.

Inoltre il primo passo può richiedere anche una o due ore, dato che dipende dalla connettività, e non è quindi possibile sapere a priori quando partirà l’aggiornamento.

Per ovviare a questo, è possibile scaricare la iso di NethService in un primo momento e poi aggiornare con calma, ad esempio quando il cliente non utilizza il sistema.

Mi raccomando di seguire sempre e comunque le istruzioni relative pre e dopo aggiornamento.

Scarichiamo la ISO e montiamo

mount -o loop nethservice-8.1-i386.iso /mnt/iso/

Creiamo una repository che punti alla ISO appena montata

cat > /etc/yum.smerepos.d/nethiso.repo << EOF
[nethiso]
name=Nethesis - ISO
baseurl=file:///mnt/iso
gpgcheck=1
enablegroups=0
enabled=1
EOF

A questo punto i pacchetti sono pronti, quando si vuole proseguire con l’aggiornamento lanciamo il comando:

yum --enablerepo=nethiso --enablerepo=nethupdate upgrade

Dopo il riavvio, un po’ di pulizia:

rmdir /mnt/iso
rm -f /etc/yum.smerepos.d/nethiso.repo
 

Alessio Fattorini - Community Marketing Manager

Particolarmente attratto da tutto quello che aiuta ed incentiva le persone a lavorare e collaborare insieme.
In Nethesis creo community, racconto storie e lavoro con l'Open Source.
Community Strategist, Copywriter, Speaker internazionale e Linux Sysadmin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top