skip to Main Content

Può accadere che un utente, una volta acceduto al sistema, non ritrovi icone e cartelle del suo profilo e che il sistema operativo generi un messaggio simile al seguente:

“Il profilo utente non è stato caricato correttamente! Effettuato con un profilo temporaneo.

Le modifiche apportate al profilo andranno perdute quando ci si disconnette. Vedere il registro eventi per i dettagli o contattare l’amministratore.”

L’utente si trova ad operare in un profilo temporaneo (è possibile verificare l’esistenza di una cartella “TEMP” tra quelle dei profili utente – “C:Documents and Setting” nel caso di Windows XP, “C:Users” o “C:Utenti” nel caso di Vista/7): ogni modifica effettuata nel profilo temporaneo viene eliminata al successivo riavvio del pc.

Per risolvere il problema è necessario:

  1. Riavviare il pc;
  2. Accedere al sistema utilizzando un account utente amministrativo diverso da quello dell’account utente dove si è verificato il problema;
  3. Eseguire il backup di tutti i dati nella cartella del profilo dell’utente corrente se è ancora presente la cartella del profilo o rinominare la cartella del profilo. Per impostazione predefinita, il profilo si trova nella seguente posizione:
    %SystemDrive%Users UserName;
  4. Avviare “Regedit” e cercare la seguente chiave del Registro di sistema:  “HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREMicrosoftWindows NTCurrentVersionProfileList”;
  5. Le sottochiavi di “ProfileList” sono i segnaposto (SID) che identificano tutte le utenze, locali e di dominio, utilizzate sul pc. Sarà presente una voce SID duplicata con, in coda, l’estensione “.bak“;
    Tale segnaposto identifica l’account utente per cui si è verificato il problema. La sottochiave bak SID deve contenere una voce del Registro di sistema ProfileImagePath che punta alla cartella del profilo originale dell’account utente si è verificato il problema;
  6. Eliminare la sottochiave con estensione “.bak“;
  7. Uscire dall’editor del Registro e riavviare il sistema;
  8. Riconnettersi al sistema con l’utente per cui si è verificato il problema.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top