Alessio Fattorini

Community addicted particolarmente attratto da tutto quello che aiuta ed incentiva le persone a lavorare e collaborare insieme
Mi piace creare community, connettere persone e lavorare con l’Open Source

Pablo (22)

Perchè un azienda dell’ICT dovrebbe scegliere Nethesis? Intervista a Giuseppe Trianti

Giuseppe è uno di quei personaggi in Nethesis a cui non puoi NON volere bene. La sua carica è contagiosa ed il suo servizio ai partner è 24/24, disponibile fino alla follia. Il suo telefono squilla in continuazione e la classica risposta è “ehi carissimo tutto bene?”

Non è da sottovalutare la sua estrema “caparbietà” nel trovare o cercare di convincere nuovi partner, non a caso il suo nome di battaglia è “il martello”. Perchè Giuse (come lo chiamano tutti) non è capace di dedicarsi ad una cosa al 20%, o è il 1000% o non esiste. E’ sempre lì davanti, sempre in trincea, sempre un uomo solo al comando.

Cerca sempre di vedere il lato positivo in ogni situazione ed in ogni persona. Alla classica domanda: “Giuse come sono questi nuovi partner?” la risposta è sempre la stessa:

Bella azienda, brava gente. Sono sicuramente delle belle persone! 

Oggi vogliamo sapere un po’ di più sul suo conto: il suo lavoro, le sue aspirazioni, il suo rapporto con l’azienda ed i partner.

Signori e Signori: Giuseppe Trianti detto il “Giuse” – Responsabile Commerciale Nethesis Rete Partners

Chi è Giuseppe?

Uno che ama stare in mezzo alle persone, ridere e scherzare ma anche consolare nei momenti difficili.

Quale è stato il percorso che ti ha portato a Nethesis?

E’ stato un caso, conoscevo una persona che si occupava di selezione del personale e mi ha proposto, nonostante non sapessi nulla di informatica, di fare un colloquio conoscitivo con Cristian. Mi sono appassionato subito delle tecnologie Nethesis e ho deciso di abbandonare la vecchia occupazione e accettare questa nuova sfida, imparando tutto da 0.

Qual’è la tua tipica giornata di lavoro?

Sveglia alle 7, colazione e poi di corsa ad accompagnare mia figlia a scuola. Ore 8.30 un caffè insieme ai colleghi e poi si comincia a “martellare” cioè chiamare i clienti e prospect per fissare appuntamenti e dare il miglior supporto commerciale. Circa due volte a settimana l’attività lavorativa si svolge in trasferta per andare a trovare potenziali nuovi clienti e per affiancare quelli già esistenti. Spesso, in affiancamento al team marketing, organizziamo roadshow ed eventi vari in giro per l’Italia e da poco anche all’estero.

Com’è lavorare in Nethesis?

Credo che sia l’azienda in cui in questi anni mi sono trovato meglio sia a livello lavorativo che umano. Ho un ottimo rapporto con i colleghi e cerco, nonostante non sia sempre facile, di dare tutto il mio contributo e disponibilità ai colleghi. Credo molto nel lavoro di squadra. Da solo sarebbe stato impossibile raggiungere risultati positivi.

Tre qualità indispensabili nel tuo lavoro

Amare le soluzioni che vendi, non arrendersi mai, ringraziare comunque (indipendentemente dall’esito della vendita) per l’opportunità che ti è stata data; se lasci un bel ricordo, le persone nel momento del bisogno torneranno a cercarti.

Cosa significa coniugare la propria passione con il proprio lavoro? Tu ci sei riuscito?

Assolutamente, quello che vendo ai partner sono gli strumenti quotidiani che uso e conosco benissimo , non potrei farne a meno. Scoprire quanto è complesso e allo stesso tempo affascinante questo settore, mi stimola ogni giorno a studiare e imparare cose nuove. La tecnologia avanza, dobbiamo rimanere sempre aggiornati.

Ama le soluzioni che vendi, non arrenderti mai, ringrazia comunque (indipendentemente dall’esito della vendita) per l’opportunità che ti è stata data; se lasci un bel ricordo, le persone nel momento del bisogno torneranno a cercarti.

Il tuo più grosso successo lavorativo.

Avere creato un numero elevato di partner in 6 anni di lavoro. Mi rende veramente orgoglioso. Ovviamente non voglio fermarmi qui ma continuare a crescere allargando anche il mercato estero. Sono molto fiducioso che a breve riusciremo a fare questo salto di qualità.

Con Alessandro Gaggiano al Palacongressi di Riccione sede del meeting 2017

Tu adesso lavori principalmente nel centro/sud Italia. Cosa ti piace di questa parte dell’Italia?  

Il mercato è molto più difficile rispetto alle regioni del nord ma la gente è molto più aperta, accogliente e credo anche più fedele quando sceglie le nostre soluzioni. Amano il rapporto umano e lo stare insieme a te.

Raccontami alcune situazioni lavorative che ti hanno reso felice o ti hanno particolarmente “caricato”.

Gli eventi che facciamo: roadshow, fiere, convention. Quando vedo i nostri amici partner che vengono a visitarci, dedicandoci ore del loro tempo, mi rende veramente felice e mi stimola ad andare avanti. Il commerciale è un lavoro difficile, capitano spesso momenti di sconforto e periodi più duri, ma non bisogna mai mollare! Mai.

Cos’è che ti fa più arrabbiare?

Le persone bugiarde e chi ha tentato di fregarmi. Sono piuttosto permaloso e mi lego al dito queste cose. Inoltre non amo quando sminuiscono le soluzioni che propongo e vendo.

Giuseppe “guida” il gruppo ai nostri roadshow per l’Italia

Qual’è l’aspetto più bello/brutto di lavorare con i partner?

Di bello c’è il rapporto creatosi nel tempo con le persone. Il brutto è quando non riesco a dedicargli la giusta attenzione a ciascuno di loro.

Perchè un partner sceglie Nethesis secondo te?

Sceglie Nethesis per la filosofia e il modo veramente umano che abbiamo di approcciare le persone. Secono me Nethesis è composta da persone di grande valore e professionalità, sempre disponibili a mettersi in gioco per aiutare i partner

Secondo te un azienda dell’ ICT che lavora con Nethesis è differente?

Assolutamente, è molto differente! Perchè non è focalizzata sul brand ma molto più sul servizio. Vende se stessa e le sue competenze e meno un marchio famoso.

Il partner Nethesis non vende scatole, vende competenze

Perché un professionista dell’ICT dovrebbe cambiare il suo modello di business, dove compra e rivende l’HW, per iniziare a dare dei servizi ad alto valore aggiunto?

Perchè oggi non puoi più vendere come in passato. I tempi sono cambiati e per forza dobbiamo tutti adeguarci alle richieste del mercato. Oggi il mercato chiede servizi e non scatole

Cosa significa “Open” per te?

Apertura ed accoglienza a chi ama la nostra filosofia e il modo di vivere il lavoro. Credo che Nethesis per tanti sia una vera opportunità di crescita per entrare nel mercato dei servizi


Grazie Super Giuse.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *