Madrid

Anche questa avventura spagnola ha portato una carica incredibile e tanti stimoli nel proseguire il percorso intrapreso”. Italia- Spagna, l’esperienza continua.

Come si dice, squadra che vince non si cambia. E la coppia formata da Giuseppe Trianti, responsabile vendita indiretta e Alejandro Moreno, responsabile commerciale per la Spagna, sembra davvero intenzionata a raggiungere grandi risultati su un mercato nuovo, appena nato per Nethesis, ma già in grado di regalare belle soddisfazioni. Dopo il DES di Madrid, Nethesis è nuovamente volata in Spagna, questa volta destinazione Hotel We Are Chamartìn per due giorni dedicati alla conoscenza con i partner spagnoli.

L’indirizzo è Augustin de Foxa: è qui che il 22 giugno, con la stessa formula dei roadshow italiani, Giuseppe e Alejandro hanno aperto le porte di Nethesis alle aziende informatiche di Madrid (e non solo) interessate a conoscere le soluzioni offerte.

Sono stati due giorni intesi – racconta Giuseppe, appena rientrato in Italia- Il primo l’abbiamo dedicato al roadshow. Abbiamo coinvolto diverse aziende e ricevuto dai partecipanti feedback positivi sia sulla qualità delle soluzioni che sulle politiche commerciali proposte”.

Numeri significativi per “rompere il ghiaccio”, numeri che hanno sancito fin da subito una partnership proficua tra Italia e Spagna: un patto nel nome della tecnologia.

Durante l’evento abbiamo cercato di coinvolgere i presenti e raccogliere informazioni utili per lo sviluppo del mercato. I partecipanti erano prettamente aziende provenienti dal mondo telefonico e amanti della tecnologia VoIP. Mi sto rendendo conto sempre più di quanto il mercato spagnolo sia interessante e disponibile ad investire in tecnologia”.

Sono stati illustrati prodotti e novità: tra gli altri,  #nethvoice ( #IpPbx ) #nethservice (collaboration server) #nethsecurity ( #firewallutm ).

Il secondo giorno invece, è stato dedicato alla visita di un potenziale partner, “che dopo una demo della soluzione ha deciso di diventare nostro cliente e investire sulle soluzioni Nethesis. Affare fatto, dunque. Siamo andati avanti con altre visite che porteranno spero – dichiara Giuseppe-  a breve, l’attivazione di ulteriori partner. Siamo veramente orgogliosi del lavoro svolto. Al momento abbiamo già 4 partner attivi in 2 mesi“.

Se lo scopo era quello di approdare in Spagna per sondare il terreno, avere già portato a casa i primi risultati non può che essere una spinta: a fare meglio e a fare di più.

L’obiettivo? Resta assolutamente uno: estendere la rete nel giro di un anno in maniera capillare per tutta la Spagna. abbiamo mosso i primi passi. Non molleremo finché questo ambizioso progetto non avrà preso forma”.

-Ufficio stampa Nethesis-